Venti giorni di full immersion nella danza, ballerini di venticinque nazionalità, i più grandi coreografi del panorama internazionale, attenzione individuale per ciascun allievo. Tutto nella paradisiaca cornice di Castellana Grotte, in provincia di Bari. Questo, e molto altro, è il World Dance Movement, lo stage di danza internazionale fondato (nel 2009) e diretto dalla ballerina e coreografa statunitense Michele Assaf in collaborazione con Annalisa Bellini del centro Artinscena e il coreografo Bruno Collinet.

Nato con l’obiettivo di creare un’occasione di contatto per i ballerini di tutto il mondo, il WDM si è caratterizzato sin dall’inizio per l’attenzione individuale riservata a ciascun allievo, per l’atmosfera non competitiva ma di altissimo livello professionale, per lo scambio costante tra tutti i partecipanti non solo sul fronte della danza ma anche a livello culturale. Perché la creazione di un legame tra la danza e le molteplici culture che confluiscono nel WDM ispira e trasforma i ballerini, rendendoli professionisti migliori, più sensibili e consapevoli.

Il programma, che quest’anno si svolgerà dall’8 a 29 luglio, mette alla prova ballerini di ogni livello attraverso un modello di vacanza-studio completo.

Il progetto a lungo termine del World Dance Movement è di diventare un leader nella scena internazionale della formazione in danza, un appuntamento fisso e accreditato a livello internazionale che permetta di aggregare diverse culture attraverso la danza. Obiettivi che hanno portato al rinnovamento del brand e al lancio di un nuovo sito web http://www.WorldDanceMovement.com ricco di immagini, testimonianze degli allievi, biografie degli insegnanti, e persino lezioni online e video gratuiti per i visitatori registrati.

“Volevo unire tutti i ballerini e culture con i quali avevo lavorato in giro per il mondo – spiega Michele Assaf – Ero così ispirata quando viaggiavo in paesi diversi e avevo la possibilità di vedere come i ballerini studiavano, si comportavano in sala e la passione che ognuno di loro aveva. L’idea di creare il World Dance Movement è venuta dal desiderio di permettere a tutti i ballerini di condividere le loro abilità artistiche con gli altri”.

“Il ‘World Dance Movement’ è semplicemente questo – aggiunge Desmond Richardson, Co-fondatore, direttore Artistico del Complexions Contemporary Ballet ed insegnate del WDM – grandi insegnanti e ballerini provenienti da ogni parte del mondo che imparano uno dall’altro, uniti dalla danza. È un’esperienza da non perdere, un’opportunità per fare qualcosa in più e conoscere culture diverse investendo nella propria crescita professionale.

Il World Dance Movement è inoltre onorato di annunciare la creazione di una collaborazione con il Cirque du Soleil che offrirà un Workshop di Improvvisazione e Sviluppo del Vocabolario in cui gli allievi lavoreranno sulla struttura dell’improvvisazione e come usarla a loro vantaggio. Il Talent Scount Artistico del Cirque du Soleil, Rick Tjia, inizierà il workshop con un Seminario di Casting: “Il Piede nella Porta – Sul Palcoscenico del Cirque du Soleil come ballerino”. Il processo per entrare al Cirque du Soleil come artista sul palco rimane, per molti, un grande mistero. Questo evento tenterà di demistificare il processo e i requisiti, mostrando come il livello di difficoltà del processo sia in realtà basso – purché i requisiti tecnici ed artistici rimangano sempre alti.

Rick Tjia osserverà le lezioni del World Dance Movement Italia 2012 il 16 e 17 Luglio, alla ricerca di nuovi talenti.

Related Posts