La Prima edizione del Concorso nazionale di danza Città di Oderzo nasce dalla collaborazione tra la scuola di danza Amici del Balletto e della sua direttrice Elisa De Piccoli con Maria Meoni, dell’Associazione Labirinto.
Le due si conoscono dai tempi in cui Elisa, allora allieva della stessa scuola che ora dirige, partecipò ai progetti “Leggere per ballare” by FNASD.

L’idea di portare un concorso di danza per la prima volta in una cittadina come quella di Oderzo, nasce dalla volontà di portare eventi di qualità e di rilievo che riguardino la danza, arte spesso troppo assente in queste zone, se non in occasione dei saggi delle varie scuole.
Appena Elisa De Piccoli subentra alla direzione di Amici del Balletto, la scuola di danza in cui era cresciuta, sente l’esigenza di portare la danza di qualità anche fuori dal confort del loro ambiente; per esempio, in occasione dell’Ottobre in Rosa, mese della prevenzione del tumore al seno promosso da LILT, proponendo all’allora Presidente della delegazione LILT di Oderzo di supportare gli eventi che stava organizzando in merito, anche con Vetrine Danzanti, un format ideato dalla stessa Elisa per la Città di Oderzo, in cui alcune vetrine di alcuni negozi del centro storico venivano animate da coreografie rappresentate dalle ballerine della scuole di danza del territorio.
L’evento ha riscosso successo e curiosità, tant’è che è stato ripetuto con la seconda edizione a ottobre 2017 coinvolgendo molte più scuole rispetto al primo anno e in maniera indipendente da LILT.

Il Concorso nasce con la consapevolezza che di Concorsi di danza in Italia ce ne sono davvero molti, ma la certezza che non tutti siano ben organizzati, con attenzione ai dettagli come ad esempio la corretta divisione in fasce d’età o la trasparenza dell’organizzazione. “Ho spesso visto gareggiare nella stessa categoria bambini e ragazzini con range d’età troppo ampi, organizzazioni che facevano partecipare al concorso anche i propri allievi, giurati distratti o disinteressati, favoritismi” ci racconta Elisa “Tutto ovviamente sempre a discapito dei bambini e dei ragazzi che vorrebbero vivere un’esperienza di sana competizione e non un senso di frustrazione e di ingiustizia. Non è di sicuro facile riuscire ad organizzare un concorso, ma se si mette al primo posto la qualità e il rispetto del talento, si è già a buon punto”.

Il Concorso Nazionale di danza Città di Oderzo è il primo concorso di danza in assoluto che sia mai stato organizzato in questa città e si svolgerà domenica 29 aprile 2018 al Teatro del Collegio Brandolini Rota.
La giuria è composta da tre grandi nomi della danza classica, contemporanea, moderna e hip hop: Milena Di Nardo, direttrice della Russian Ballet di Massafra e docente di danza classica Accademica socia A.I.D.A., Enrico De Marco, ballerino e coreografo hip hop e docente I.D.A., nonché il grande coreografo e danzatore Fabrizio Mainini.
Potranno partecipare bambini e ragazzi dai 6 anni, con coreografie di danza classica, repertorio, moderno, contemporaneo, hip hop e break dance.
Oltre ai primi tre classificati per ogni categoria e stile e varie borse di studio nazionali ed internazionali, verrà assegnato anche il Premio Città di Oderzo alla miglior scuola in assoluto e il premio Miglior Talento maschile e femminile.

Il termine ultimo di iscrizione scade il 20 aprile 2018, ma per chi la effettua entro il 26 marzo avrà uno sconto del 20% sul totale della quota di iscrizione.

Per informazioni: info.concorsoderzo@gmail.com

Regolamento e moduli di iscrizioni scaricabili qui: http://www.amicidelballetto.it/?page_id=535

Related Posts