Eventi

Studio 44 sbanca il Festival Ballet, Piazza Aranci strapiena (e bella) per finalissima


Il Festival Ballet che danza e canta funziona. Piazza Aranci strapiena per la finale del Festival Internazionale della Danza ideato da Simone Ranieri con il contributo del Comune di Massa che ha incoronato, ancora una volta, lo Studio 44, realtà pratese tra le più vivaci del panorama nazionale già vittoriosa nel 2014. La scuola di Irene Sgobbo si è meritata il premio assoluto, il più prestigioso ed ambito, realizzato dell’artista Sara Devoti in marmo di Carrara.

Ragazzine impazzite per Mike Bird, il teen idol di Amici che ha regalato al pubblico di Massa due dei suoi brani: non appena terminata la sua esibizione il giovane cantante è stato preso d’assalto. Piace, piace tantissimo la nuova Silvia Salemi, vincitrice di Sanremo con “A casa di Luca”, tornata con il nuovo album “23” a distanza di dieci anni dal primoche ha voluto presentare alcuni dei suoi brani in occasione della kermesse apuana. Richiestissima per selfie e fotografie anche l’altra beniamina di “Amici”, la ballerina Giulia Pelagatti che ha deliziato il pubblico con la sua incredibile plasticità. La Pelagatti è uno dei tanti talenti usciti dal Festival Ballet. Tanti applausi per la coreografia d’apertura stile flash mob che ha coinvolto le scuole della provincia di Massa Carrara: un legame, quello con il territorio, su cui il Festival sta costruendo le basi per il futuro. Sul palco per premiare i finalisti in rappresentanza dell’amministrazione comunale c’era l’assessore al bilancio del Comune, Giovanni Rutili. Due i riconoscimenti speciali consegnati a Mike Bird e Silvia Salemi realizzati dall’artista carrarino Michele Monfroni per Torano Notte e Giorno “gemellata” con il Festival da questa edizione. “La nuova formula, danza e canto, per la serata finale ha richiamato un pubblico ancora più trasversale. – spiega Simone Ranieri, patron della kermesse – Ed era quello che volevamo. E’ una formula che ripeteremo perché ci ha permesso di promuovere la danza anche nei confronti di quella fascia di pubblico più difficile da intercettare. E’ stata una delle edizioni più faticose ma migliori di sempre. Dopo dodici anni rigenerarsi e trovare nuove idee non è mai facile ma ci siamo riusciti anche questa volta. La gente è venuta in piazza, ha seguito i concorsi e le selezioni trasportando nel centro storico pubblico e turisti. Questo è l’obiettivo del Festival: promuovere la città attraverso l’arte della danza ed anche del canto”.

La scia del Festival Ballet raggiungerà migliaia di telespettatori in tutto il paese: il Festival sarà infatti tramesso in prima serata su SportItalia il 30 luglio alle ore 21.00 per la regia di Mario Maellaro. Un bello spot per Massa e per tutta la provincia eletta ormai da più di un decennio capitale della danza grazie alla crescita di quello che è oggi considerato il più importante Festival di settore in Italia durante l’estate. Impressionanti i numeri: 700 studenti ballerini protagonisti, 150 coreografie in gara e migliaia di spettatori nel corso della quattro giorni. Non è stato facile per i super-giudici Monica Perego, Branko Tesanovic, Mauro Astolfi, Thomas Noone, Eugenio Buratti e Carolina Mancuso scegliere tra le 18 coreografie in finale. A spuntarla, ed aggiudicarsi il primo premio, sono stati Elisa Reniero per la categoria classica solisti senior con “Paquita Variazione” (2° classificato Marco Biella con “Franz I Atto”), il Balletto di Pisa nella categoria classica gruppi junior con “Samlede” (2° classificato Arte e Balletto con “Il giardino incantato”),  Progetto Danza nella categoria classico gruppi senior con “Liebesfreud” (2° classificato Centro Artistico l’Étoile con “Diamonds”), Virginia Alfonso nella categoria moderno-contemporaneo solisti senior con “Moon Dancer” (2° classificato Aurora Rota con “Portami via”), la coppia formata da Francesco Tempestini e Giorgia Fanti nella categoria moderno coppie senior con la coreografia “Once Upon a Time” (2° classifica Ivan Cignetti e Valentina Carboncini con “Cercasi”), vittoriosi anche nella categoria contemporaneo con “Solstice d’Hiver” ((2° classificato Alessia Ricci e Ludovico Murgia con “Flow”), la Md Academy per la categoria moderno contemporaneo gruppi junior con “Il Tempo” (2° classificato Novara Danza con “Infancy”), Arti’s per la categoria moderno contemporaneo gruppi senior con “Don’t you Think I Do” (2° classificato Studio 44 con “The Masks are falling”. Bella e veloce la conduzione dell’inedita coppia formata da Chiara De Pisa e Nicola Montese ma ancora più bella la coreografia di Piazza Aranci nella sua serata perfetta d’estate. Importante, come ogni anno il contributo dei partner con Radio Nostalgia, radio ufficiale, Like G, DanzaDance, DanceFan e Antheo Pavimenti Danza.

Per informazioni ed aggiornamenti www.festivalballet.it e pagina ufficiale FestivalBalletTheFan

Related Posts