Si è tenuta domenica 3 dicembre 2017 a Gallarate, presso il bellissimo Teatro Vittorio Gassman, la seconda edizione del Christmas Ballet Competition, organizzato dall’Associazione Più Valore, ormai leader nell’organizzazione di eventi coreutici, con la direzione artistica di Alessio Cattaneo.

104 coreografie in gara per 32 scuole che hanno partecipato con entusiasmo, sono state giudicate da un variegato parterre: i docenti e danzatori Virgilio PitzalisOlti ShaqiriJessica SalaLoredana Mapelli e Giulia Toselli (direttrice del portale iodanzo.com e consulente per la comunicazione). Quest’ultima ha consegnato il Premio iodanzo per la Comunicazione alla danzatrice Giuditta Pecis, che si è distinta, nonostante la sua giovanissima età, nella danza modern.

Un evento che si è confermato vincente, come sempre quando si tratta dell’Associazione Più Valore e del suo staff, per la professionalità e per la puntualità, scorrendo fluido e senza intoppi, ma che è stato anche motivo di discussione tra i giurati per la scarsa attenzione da parte dei docenti nell’assegnare la corretta categoria ai propri allievi. Vorremmo pensare sinceramente che sia stata solamente disattenzione ma il gran numero di allievi iscritti nella categoria ‘modern’ quando ogni movimento coreutico faceva chiaro riferimento al ‘contemporaneo’, ci fa seriamente presupporre che vi sia scarsa conoscenza degli stili assegnati e che la preparazione sia spesso sommaria e poco consona, se si desidera far crescere allievi preparati e consapevoli di quello che dovrebbe diventare il loro lavoro.

Al di là delle polemiche, che ci sembrano però fondamentali in questo momento storico della danza in cui tutto sembra portare ad una maggiore importanza giuridica per la professione del danzatore e del docente, la giuria ha potuto notare che la categoria ‘danza classica’ risultava adeguata e con una maggiore preparazione rispetto alle altre. Piacevole sorpresa la categoria dedicata alla ‘video dance’, che ha allietato con la sua allegria l’ultima ora di questa bellissima giornata pre-natalizia anche se, come abbiamo avuto modo di dire e scrivere più volte, sarebbe davvero consono che si evitasse di far danzare con movimenti provocanti i giovanissimi danzatori della categoria ‘children’.

Ribadendo quindi i nostri complimenti all’organizzazione e ai bravissimi danzatori attendiamo una prossima edizione, e vi rimandiamo al sito www.culturapiuvalore.it per continuare a seguire i loro eventi.

Scatto realizzato da e V e n t i emotion

Related Posts