Akeeba Backup for WordPress requires PHP 7.2.0 or later but your server only has PHP 7.1.11. Milano Hip Hop Festival – Intervista a Daniele Baldi | IoDanzo - Portale indipendente sul mondo della danza


Domenica 2 febbraio 2014, presso il Palazzetto dello Sport di Vigevano (PV), si terrà la prima edizione ‘milanese’ dell’Hip Hop Festival. Tra gli organizzatori Daniele Baldi, docente di hip hop di fama internazionale.

Daniele, come mai un’edizione tutta milanese?

Sette anni fa l’Hip Hop Festival è nato ad Ostia ed ha da subito funzionato molto bene. Lo scorso anno l’abbiamo portato a Napoli e quest’anno per la prima volta a Milano. È una cosa grande, vi lavora molta gente quindi abbiamo cercato di portarlo in città diverse, diametralmente opposte, per dar modo a tutti di raggiungere l’evento più facilmente a seconda che si trovino al nord o al sud.

Come si svolge?

La prima parte è fondamentale per me, essendo io insegnante, ed è quella di studio. C’è stato un grosso lavoro per portare docenti che abbiano davvero qualcosa da dire e che la gente magari non ha l’opportunità di vedere altrove. Ci siamo io ed Ilenia Rossi, ci sarà per la prima volta in Italia Johnny Erasme, alias J Blaze, tra le altre cose ballerino di Justin Bieber, Niako… Finite le lezioni, dalle 15.00, la gara coreografica, si partirà dalle coppie e poi i gruppi.

E due giurie diverse

In realtà in giuria del concorso ci siamo io, Ilenia, Johnny e Niako, per creare un equilibrio. La seconda giuria non giudicherà il gesto tecnico ne parteciperà alla premiazione ma si tratta di addetti ai lavori che daranno borse di studio per i loro eventi. In questo modo collaboriamo con tanti eventi del nord Italia e creiamo un circuito.

Cosa vi aspettate da questa nuova location?

Qualsiasi cosa fatta a Milano è sempre un po’ ‘esplosa’, enorme. Milano risponde sempre molto bene ed ha bisogno di eventi nuovi; come città può davvero fare tanto. E il Palazzetto di Vigevano è molto bello. Mi aspetto una bella energia!

Novità rispetto le altre edizioni?

Si, una parte in più nella giornata, anche se non vogliamo esagerare dato che abbiamo mantenuto tutto in un giorno solo (anche per ammortizzare i costi di chi deve partecipare), abbiamo creato una cosa nuova: una zona bambini per giovani ballerini dove ci saranno altri insegnanti giovani. Per i ragazzini giovani ci serve una persona appassionata ed in gamba! Così abbiamo un secondo staff per lavorare coi bambini.

Quanto sta crescendo l’Hip Hop in Italia?

In Italia sta crescendo sempre più, è sempre in evoluzione. Lo dimostra il fatto che sta piano piano entrando nei programmi televisivi. Però per quanto riguarda l’America è sempre comunque indietro e noi continuiamo ad andare a studiare là. Ma qui è in crescita ed è positivo!!

Giulia Toselli

Related Posts